Anche la FIMA aderisce alla manifestazione per il clima del 21 Settembre a Roma

Home  /  Comunicati  /  Anche la FIMA aderisce alla manifestazione per il clima del 21 Settembre a Roma

On Settembre 19, 2014, Posted by , In Comunicati, By , , With No Comments

Comunicato stampa n. 4 | 19 Settembre 2014

Alla viglia del vertice ONU di New York, centinaia di piazze in tutto il mondo il 21 Settembre si riempiranno per una grande mobilitazione sui cambiamenti climaticiPer l’Italia l’appuntamento è nella Capitale con l’evento “New York chiama Roma”.
Anche la Federazione Italiana Media Ambientali (FIMA) aderisce alla manifestazione: sarà il primo appuntamento di un percorso di avvicinamento alla Conferenza di Parigi del 2015 con l’obiettivo di migliorare l’informazione sul clima in Italia.

Alla vigilia del vertice dei capi di stato sui cambiamenti climatici, la società civile si incontra in centinaia di piazze di tutto il mondo per una grande mobilitazione globale per il climaL’appuntamento per l’Italia è stato fissato a Roma. Domenica dalle ore 15 in via dei Fori Imperiali si svolge l’evento “New York chiama Roma”, l’iniziativa del Coordinamento Power Shift Italia promossa e organizzata dall’Italian Climate Network, Legambiente e Kyoto Club in collaborazione con Avaaz Italia e con l’adesione di più di 20 organizzazioni che hanno già risposto all’appello per il clima. “Mentre stiamo sperimentando le inevitabili conseguenze dei cambiamenti climatici – sottolineano gli organizzatori – occorrono un taglio ai combustibili fossili e una trasformazione più veloce possibile a un’economia low carbon. Due giorni prima del summit ONU, il 21 settembre, la società civile di tutto il Pianeta scende in piazza per far sentire forte la propria voce e scuotere le coscienze dei decisori politici”.

Anche la Federazione Italiana Media Ambientali aderisce alla manifestazione per il clima di Roma. «L’informazione sui cambiamenti climatici nel nostro paese, salvo rari casi, è confusa e approssimativa, spesso si piega ad interessi di parte che recuperano il più becero negazionismo, anche da parte di testate molto autorevoli – spiega Mario Salomone, Presidente della Federazione Italiana Media Ambientali – C’è bisogno di tenere i riflettori su questi temi sempre accesi, non solo quando avvengono le catastrofi, e perché questo accada bisogna anche formare meglio i giornalisti. Abbiamo una grande responsabilità come operatori dell’informazione e il servizio pubblico dovrebbe essere il primo a migliorare la consapevolezza collettiva intorno a questi temi perché i governi adottino atti politici incisivi».

L’appuntamento di Roma è l’inizio di una campagna d’informazione della Fima verso la Conferenza di Parigi nel 2015 dove si auspica il raggiungimento di un nuovo accordo globale sul clima. Un percorso a tappe che la FIMA scandirà con diversi appuntamenti sul territorio insieme a giornalisti, blogger, operatori dei social network e comunicatori ambientali.

La Federazione Italiana Media Ambientali (Fima) ha lo scopo di promuovere e migliorare la comunicazione ambientale, diffondere la cultura della sostenibilità, anche in collaborazione con analoghe organizzazioni di altri paesi, concorrendo in questa maniera alla tutela e valorizzazione dell’ambiente.
Maggiori informazioni su www.fimaonline.it.

Federazione Italiana Media Ambientali
info@fimaonline.it
c/o Istituto per l’Ambiente e l’Educazione Scholé Futuro Onlus
Via Bligny 15, 10122 Torino
Telefono e fax: +39 011 4366522

Ufficio stampa FIMA:
Alessandro Tibaldeschi | +39 333 6692430 | ale@agenziapressplay.it
Sergio Ferraris | +39 335 7417704 | mc1567@mclink.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *