Author: Fima

Fima News | La Fima al Salone del libro di Torino con i #librigreen 2018

Salone del libro di Torino 2018

Al Salone Internazionale del Libro di Torino sbarca la sostenibilità con i #LibriGreen di FIMA

Dieci incontri intorno ad altrettanti volumi fra narrativa, divulgazione scientifica e innovazione della filiera editoriale.
Dal 10 al 14 maggio, (Padiglione n. 3, S12 / T11), ore 12.00
in collaborazione con l’Alleanza delle cooperative italiane di comunicazione

Il Salone Internazionale del Libro di Torino diventa più “verde” grazie alla FIMA, la Federazione Italiana Media Ambientali che prenderà parte alla più importante manifestazione italiana nel campo dell’editoria (Lingotto Fiere, dal 10 al 14 maggio) con #LibriGreen, un programma di presentazioni di dieci volumi, dalla narrativa alla saggistica, dedicati all’ambiente e alla sostenibilità.

Mobilità, acqua, futuro green, sostenibilità della filiera editoriale: questi alcuni dei temi che saranno al centro degli incontri e dei dibattiti coordinati dalla FIMA, in collaborazione con l’Alleanza delle cooperative italiane di comunicazione, e che saranno affrontati grazie alla partecipazione di esperti provenienti dal mondo scientifico, associativo e della comunicazione ambientale.

“Il Salone Internazionale del Libro è una splendida opportunità per raccontare la sostenibilità e l’importanza della comunicazione ambientale”, dichiara Marco Fratoddi, segretario generale della FIMA. “Con #LibriGreen vogliamo sottolineare il ruolo fondamentale che i libri svolgono ancora oggi nella società, veicolando saperi e conoscenze attraverso l’esperienza di tanti magnifici scrittori che vivono nel nostro Paese”.

#LIBRIGREEN 2018: IL PROGRAMMA COMPLETO

Giovedì 10 Maggio ore 12.00 (Padiglione n. 3, S12 / T11)
Presentazione dell’iniziativa
Intervengono: Roberto Calari (Alleanza cooperative italiane di comunicazione); Pier Luigi Cavalchini (Fima Nord-Ovest); Marco Fratoddi (Segretario generale della Fima)

Conduce: Emanuela Celona (giornalista, Fima)
• Emanuele Bompan e Marirosa Iannelli, “Water grabbing” (Emi, 2018)
• Andrea Poggio (a cura di), “Green mobility” (Edizioni ambiente, 2018), interviene Maria Berrini (Istituto ambiente Italia)

Venerdì 11 Maggio ore 12.00 (Padiglione n. 3, S12 / T11)
Conduce: Giuseppe Iasparra (Eco dalle città e Quotidiano Piemontese, Fima)
• Roberto Cavallo, “La Bibbia dell’ecologia” (Elledici, 2018)
• Gunter Pauli, “Le favole di Gunter Pauli” (Edizioni ambiente, 2018), interviene Andrea Pavan (Cooperativa Erica, Fima)

Sabato 12 Maggio ore 12.00 (Padiglione n. 3, S12 / T11)
Conduce: Sabrina Mechella (Ideegreen, Fima)
• Valentina Cavanna, “Petra Kelly. Ripensare l’ecopacifismo” (Interno 4, 2017), interviene Marco Fratoddi (Weec network, Fima)
• Antonio Cianciullo, “Ecologia del desiderio” (Aboca edizioni, 2018)

Domenica 13 Maggio ore 12.00 (Padiglione n. 3, S12 / T11)
Conduce: Beppe Rovera (giornalista Rai, Fima)
• Stefano Martello e Biagio Oppi, “Disastri naturali: una comunicazione responsabile?” (Bononia University Press, 2017), interviene Sergio Vazzoler (Amapola, Fima)
• Tullio Berlenghi, “Storia del diritto ambientale” (Pe edizioni, 2018), interviene Pier Luigi Cavalchini (Cittafutura.al.it, Fima)

Lunedì 14 Maggio ore 12.00 (Padiglione n. 3, S12 / T11)
Conduce: Roberto Calari (Alleanza cooperative italiane di comunicazione)
• Giorgio Nebbia, “Erano andati a sciare” (Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro, 2018), interviene Mario Salomone
• Alessandro Hellmann, “Il fiume rubato. Il caso Acna e un secolo di resistenza contro la morte” (Les éditions Timbuctu, 2018), interviene Lucetta Paschetta (Legacoop Piemonte)

La Federazione Italiana Media Ambientali (FIMA) è stata fondata il 24 aprile 2013 durante il “Festival internazionale del giornalismo” di Perugia. Ha lo scopo di promuovere e migliorare la comunicazione ambientale, diffondere la cultura della sostenibilità, anche in collaborazione con analoghe organizzazioni di altri paesi, concorrendo in questa maniera alla tutela e valorizzazione dell’ambiente.

Ufficio stampa: Press Play – Comunicazione e Pubbliche relazioni Matteo Nardi | +39 333 5687925 | matteo@agenziapressplay.it

Addio a Stefano Carnazzi, il cordoglio di Fima

Stefano Carnazzi, direttore di Lifegate

Stefano Carnazzi, direttore di Lifegate


E’ mancato Stefano Carnazzi, il direttore responsabile di Lifegate, autore di diversi volumi su energia e alimentazione biologica. Lo apprendiamo, come molti colleghi, dalla pagina Facebook della testata, dove continuano ad arrivare da stamattina i commenti in memoria di un giornalista sensibile e di una persona gentile com’era lui. Fima si stringe intorno alla famiglia e agli amici di Lifegate in questo momento di profondo dolore.

Premio giornalistico “Inquinamento e salute”, ecco il bando e le scadenze

Due ciminiere che spargono fumo

Inquinamento e salute


Fondazione Umberto Veronesi indice la prima edizione del Premio giornalistico nazionale Fondazione Umberto Veronesi su“INQUINAMENTO E SALUTE”. Il premio è istituito al fine di promuovere l’impegno del giornalismo intorno a un argomento di forte impatto scientifico e sociale.

Regolamento

1. La dotazione complessiva del premio è stabilita in 1.000,00 euro (al netto delle imposte)

2. Possono partecipare giornalisti regolarmente iscritti all’Ordine Nazionale (pubblicisti, praticanti, professionisti), autori di articoli o servizi pubblicati su testate regolarmente registrate – quotidiani, settimanali, periodici, testate online, agenzie di stampa, radio e tv – nel periodo compreso tra l’1 giugno 2017 e il 31 maggio 2018. Sono esclusi dalla partecipazione i membri della Giuria, i loro familiari e tutte le persone che abbiano legami contrattuali con l’organizzazione.

3. Il contenuto dei servizi dovrà riguardare la correlazione tra inquinamento e salute. Saranno considerate come valore aggiunto la capacità di contribuire alla corretta informazione e divulgazione sul tema e l’abilità di farne emergere l’impatto sociale.

4. I lavori presentati dovranno essere corredati di: – scheda di candidatura (su carta libera) completa di: titolo dell’articolo/servizio, testata di pubblicazione, data di pubblicazione – curriculum vitae del candidato, corredato di: nome, cognome, data di nascita, nazionalità, indirizzo, recapito telefonico e email – numero della tessera professionale e Albo di appartenenza I candidati sollevano i promotori del Premio e la Giuria da qualsiasi responsabilità derivante dalle opere giornalistiche presentate, dalla loro originalità, dalla violazione dei diritti d’autore e delle riproduzioni.

5. La Giuria, in piena autonomia e con il coordinamento del suo Presidente, provvederà all’attribuzione del premio con giudizio insindacabile. L’ufficio stampa di Fondazione Umberto Veronesi renderà noti i risultati del concorso venerdì 28 settembre 2018, alle ore 18.00, nell’ambito dell’incontro con la cittadinanza sul tema “Inquinamento e Salute” che si svolgerà a Terni.

6. Il vincitore (a cui verrà comunicato in precedenza) dovrà essere presente all’atto della premiazione, presso la sede dell’incontro di Terni il 28 settembre 2018. Al vincitore potrebbe essere richiesta una breve comunicazione orale (massimo 10 minuti) nel corso dell’evento.

7. I lavori saranno valutati dalla Giuria sulla base dei seguenti criteri: interesse generale e originalità del lavoro, qualità del contenuto, adeguatezza del messaggio al pubblico e impatto.

8. La Giuria della presente edizione del Premio è composta da:

Presidente:

- Pier Mannuccio Mannucci (Professore emerito di Medicina interna presso l’IRCCS Fondazione Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Milano)

Membri di giuria:

- Sergio Harari, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Pneumologia dell’Ospedale San Giuseppe di Milano

- Luigi Ripamonti, Responsabile Corriere Salute – Corriere della Sera

- Donatella Barus, Direttore del Magazine Fondazione Umberto Veronesi

- Roberto Giovannini, FIMA/ La Stampa

- Franco Marchetti, Presidente UNAMSI

- Vincenzo Morgante, Direttore Testata Giornalistica Regionale RAI

- Federico Ferrazza, Direttore Wired

- Margherita Fronte, giornalista Focus

9. La pubblicazione del presente bando sul sito www.fondazioneveronesi.it vale come elemento di diffusione sul territorio nazionale.

10. Le opere in concorso (non più di tre per ogni autore) dovranno pervenire, entro e non oltre il 31 maggio 2018, – direttamente on-line, inviando una mail all’indirizzo elisa.invernizzi@fondazioneveronesi.it, specificando nell’oggetto “Premio Giornalistico Inquinamento e salute” – oppure, via posta, inviando in busta chiusa a: dottoressa Elisa Invernizzi – Responsabile Ufficio Stampa Fondazione Umberto Veronesi - Piazza Velasca 5, 20122 Milano.