Aderisci alla Fima, sostieni l’informazione ambientale!

Fima nuovo logo
Care amiche e amici, care colleghe e colleghi,

noi giornalisti e comunicatori ambientali abbiamo la fortuna e il legittimo orgoglio di lavorare per informare quotidianamente i cittadini sui temi forse più importanti e sfidanti per il futuro del Paese: la difesa della natura e del territorio, la trasformazione in senso sostenibile dell’economia, la decarbonizzazione della società. Questioni fondamentali su cui cresce l’attenzione delle persone, anche se in questa non esaltante campagna elettorale – tranne che per poche lodevoli eccezioni, tra cui alcuni colleghi iscritti alla FIMA – di ambiente si è parlato pochissimo. Per scelta dei partiti, ma troppo spesso per il malfunzionamento di un sistema dell’informazione che pensa ancora in modo vecchio.

Noi della Federazione italiana media ambientali non ci rassegniamo a questo stato di cose. Negli ultimi mesi abbiamo avviato un importante lavoro di riorganizzazione e di potenziamento per dare più forza alla nostra associazione, per sostenere in modo più efficace la causa della difesa dell’ambiente, per cambiare il modo di fare informazione. Ma abbiamo ancora tanto lavoro davanti a noi per far sì che la voce di FIMA sia ascoltata e per renderla un’associazione sempre più utile ed efficace per gli iscritti.

Senza di voi, senza il vostro contributo personale, senza l’impegno di tutti i giornalisti e comunicatori ambientali questo sforzo non potrà raggiungere gli obiettivi che auspichiamo, nell’interesse del Paese e per far diventare più green il mondo dell’informazione.

Per questo ho deciso di scrivervi, in occasione dell’avvio della campagna per il rinnovo del tesseramento alla FIMA. Come sapete, tutta l’attività associativa – a volte complessa e faticosa, sempre gratificante – viene svolta a titolo volontario e gratuito da alcuni colleghi. Ma per poter essere più forti, per lavorare sempre di più e meglio abbiamo bisogno del vostro impegno e del vostro sostegno, anche economico, attraverso le tessere.

I nostri “finanziatori” siamo noi. Per questo 2018 chiediamo dunque agli iscritti dello scorso anno di rinnovare la propria tessera alla FIMA. A chi in passato è stato iscritto e ci ha lasciato di tornare tra noi. A tutti, di informare e far iscrivere a FIMA i nostri colleghi che ancora non ci conoscono. Aderire alla Fima è facile: alla pagina http://fimaonline.it/come-aderire/ trovate il modulo per la prima iscrizione e le caselle per effettuare il versamento dei rinnovi via Paypal o carta di credito, sulla stessa pagina ci sono anche gli estremi per il bonifico bancario.

Per il 2018 la tessera ordinaria per le persone fisiche (è bellissima e vi arriverà a casa) costerà 15 euro; la tessera sostenitore invece 40 euro. Alle imprese che operano nel campo della comunicazione e della formazione e alle organizzazioni non profit (enti, associazioni, e così via) chiediamo 60 euro o 120 da sostenitori. Infine, alle imprese che operano in campi diversi, proponiamo l’adesione ordinaria a 500 euro e da sostenitore a 1.000 euro.

Vi ringrazio, nella speranza di avervi in molti al nostro fianco per migliorare la qualità e la quantità dell’informazione e della comunicazione ambientale, auguro a tutte e tutti buon lavoro.

Roberto Giovannini
Presidente nazionale
Federazione italiana media ambientali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.